Articles Archive

The articles shown in this section are 45
Edition: 2011 Submitted by: Miriam Fabbri in category cult on: 21/06/2011 - 15:23 from Italy
This article is written in Italian

Se Johnnie To si è in passato sintonizzato con la sensibilità cinematografica di registi francesi come Jacques Demy e Robert Bresson, pensiamo alla stilizzata avventura ladresca di Sparrow (2008), ora la “vendetta” dell’ultimo film evoca lo spirito di Jean-Pierre Melville, con il suo esistenzialismo noir, la sua aria di futilità eroica, e il suo interesse al meccanismo dell’azione criminale.

...
read more >>>
Edition: 2011 Submitted by: Filippo Ronca in category in deep on: 16/06/2011 - 18:37 from Italy
This article is written in Italian

Lettere dall’Inferno è il titolo della raccolta di testi, lettere e poesie che Ramón Sampedro iniziò a scrivere dal giorno dell’incidente che lo rese tetraplegico. Ispirato a quest’opera, nel 2004 il regista Alejandro Amenábar ha firmato il film Mare dentro.

Ora, da un libro nel quale la narrazione dei fatti (ad esempio, il racconto dell’incidente stesso) è un elemento...

read more >>>
Edition: 2011 Submitted by: Tommaso Montefalcone in category cult on: 16/06/2011 - 17:15 from Italy
This article is written in Italian

Lynch fa solo cult. L’enigmatica struttura a puzzle di quest’opera disorienta lo spettatore più tradizionale e lo coinvolge in due rare e preziose esperienze emozionali: sensoriale, dove a contare sono l’intuizione e il puro piacere della visione, più che la presenza di filtri narrativi, culturali e tematici; e percettiva, dove conta la mente umana che abitiamo, senza mai uscirne, e sentiamo vibrare sotto pelle. Estremizzando l’idea...

read more >>>
Edition: 2011 Submitted by: Grete Kotryna Domarkaite in category in deep on: 16/06/2011 - 00:46 from United Kingdom
This article is written in English

The term Cinephilia is even broader than the term cinema, because cinephilia encompasses both cinema and love for cinema. It is against the human mind to operate in such broad terms; therefore scholars challenge them and break them down. This essay is going to expose the views of three film scholars: Laura Mulvey, Christian Keathley and Lucas Hilderbrand. As it is going to become evident in the course of this...

read more >>>
Edition: 2011 Submitted by: Patrizia Simone in category review on: 15/06/2011 - 17:22 from Italy
This article is written in Italian

Béla Tarr è un cineasta nostalgico, testardo e innovativo. I suoi film sono realizzati – tra difficoltà produttive e problemi distributivi – grazie al lavoro di una piccola factory di fedelissimi che condividono (o quantomeno accettano) la sua idea di cinema filosofica e viscerale. Se con il precedente The Man from London Tarr sembrava aver portato all'estremo i tratti...

read more >>>
Edition: 2011 Submitted by: Marco Antonio Preite in category cult on: 10/06/2011 - 17:53 from Italy
This article is written in Italian

Dopo aver guardato Questa è la mia vita immagino Godard, lo immagino posare la sua cinepresa e con cura catturare lo splendore del vero. Il suo è uno sguardo sulla vita come se questa fosse un rito di cui ricostruire il senso più intimo, svelandone i meccanismi: è cinema che tenta di indagare sul senso dell’esistere. Evidenti sono le teorie baziniane. Godard costruisce 12 tavole, 12 modi diversi di raccontare una vita, consapevole...

read more >>>
Edition: 2011 Submitted by: Mauro Lacirignola in category in deep on: 09/06/2011 - 16:41 from Italy
This article is written in Italian

È il tempo, il tempo in persona … un'immagine tempo diretta, che dà a ciò che cambia la forma immutabile nella quale si produce il cambiamento.
Gilles Deleuze

Dracula di Bram Stoker è un film sul tempo, un tempo ciclico e descrittivo che procede inesorabilmente ed ininterrottamente mediante meccanismi metonimici, d'enjambement e simbolici. Ogni avvenimento è strettamente legato a...

read more >>>
Edition: 2011 Submitted by: Lento Mattia in category in deep on: 09/06/2011 - 15:36 from Italy
This article is written in Italian

La cinematografia svizzera non ha sempre goduto di ottima fama al di fuori dei confini della confederazione (1). Gli studiosi internazionali che se ne sono occupati non sono molti e, spesso, hanno limitato le ricerche a singoli autori riconducibili a movimenti o scuole internazionali (2). Eppure, non sono pochi i motivi per approfondire i caratteri di questa cinematografia plurilingue. Per noi italiani, ad esempio, il cinema svizzero costituisce una fonte...

read more >>>
Edition: 2011 Submitted by: Francesca Dimasi in category in deep on: 07/06/2011 - 15:43 from Italy
This article is written in Italian

La reazione di Ejzenštejn nell'assistere per la prima volta ad una rappresentazione del teatro Kabuki è di assoluto entusiasmo e stupore. Quello che vi ritrova è il miracolo dell'audiovisivo: il gesto mimetico e altamente convenzionale del Kabuki incide i suoni nello spazio, agisce contaminando i sensi e rendendo visibile ciò che appartiene all'audizione.

Il cinema, anche e soprattutto quello sonoro, contrarrà,...

read more >>>
Edition: 2011 Submitted by: Fichera Francesca in category cult on: 04/06/2011 - 14:35 from Italy
This article is written in Italian

Il cinema e la letteratura sono amanti che si rincorrono da sempre: un sempre relativo, dato che il primo dei due ha natali molto più recenti. Ma la scintilla sembrava destinata a scoccare comunque, e la cinematografia del primo Novecento ce ne dà ampia testimonianza, passando dal mito al dramma teatrale, dalla cronaca storica al romanzo. Il conflitto fra due modi diversi d’intendere la rappresentazione si fa eterno nel momento in cui lo...

read more >>>