Selected Articles

The articles shown in this section are 83
Submitted by: Stefano Darchino in category: cult on: 01/09/2012 - 11:22 from Italy
This article is written in Italian

Il ritorno al cinema dei Blues Brothers è uno stimolo a parlare nuovamente di questo classico intramontabile. Dopo averlo ammirato sul grande schermo si può comprendere più chiaramente come il segreto della quarta pellicola di John Landis sia il ritmo. Non solo il ritmo della musica, quel blues travolgente che accompagna tutte le avventure del mitico duo, ma anche il ritmo visivo e del montaggio, così come i rumori propedeutici al montaggio stesso.

...
read more >>>
Submitted by: Fausto Vernazzani in category: cult on: 31/08/2012 - 18:38 from Italy
This article is written in Italian

"Colui che è in parte non ha nulla da impartire". E' la filosofia dell’Halber Mensch, il Metà Uomo degli Einstürzende Neubauten, gruppo industrial tedesco molto in voga negli anni ottanta. Il protagonista di Tetsuo si accosta a questa sentenza di un gruppo vicino per l’amore del metallo al regista cult Shinya Tsukamoto; nella sua mutazione da uomo a ferro lui non è niente, è una pura e candida trasformazione in qualcosa...

read more >>>
Submitted by: Francesca Fichera in category: in deep on: 31/08/2012 - 18:19 from Italy
This article is written in Italian

Se il primo passo è grande, il secondo è da gigante: tutti sapranno che a firmare la seconda versione cinematografica di un romanzo di Stephen King è, nel 1980, uno dei mostri sacri della regia, il geniale Stanley Kubrick (1928-1999). Il film Shining (The Shining) dista soltanto tre anni dall’edizione dell’omonima opera cartacea, cinque dalla prima trasposizione kinghiana sul grande schermo - Carrie di Brian De Palma - e sei...

read more >>>
Submitted by: Tommaso Montefalcone in category: in deep on: 31/08/2012 - 17:27 from Italy
This article is written in Italian

Quel che è meraviglioso nel cinema, è che possiede tanti elementi che possono sovrastarci; ma anche arricchirci, offrendoci una strada che non troveremo altrove. Il cinema, è sempre la scoperta di qualcosa… (Orson Welles)    

Il fascino della visione di un film è dettato dalla magia dell’arte cinematografica, oltre che dall’emozione di ritrovarsi davanti a un grande...

read more >>>
Submitted by: Gabriele Prosperi in category: in deep on: 31/08/2012 - 16:28 from Italy
This article is written in Italian

Affacciandosi alla finestra sul postmoderno l'autore cinematografico non può che intravedere un mondo desolato, in rovina, quello di un cinema che, "annunciato come l'arte del XX secolo, sembra essere ora, che il secolo si chiude numericamente, un'arte decadente" (1). A questo "decadimento del cinema" si risponde con accalorati e romantici saluti, nostalgici e metacinematografici - ne sono un esempio Hugo Cabret di...

read more >>>
Submitted by: Stefano Oddi in category: in deep on: 28/08/2012 - 19:33 from Italy
This article is written in Italian

Il capolavoro sperimentale di Marker si apre sull'immagine di una grande terrazza, quella di un aeroporto. Due cartelli, letti da una voce off che ci accompagnerà fino alla fine del cortometraggio, riconducono l'immagine fissa in un contesto spazio-temporale ben definito. Si tratta della grande pista aerea di Orly sulla quale ogni domenica i genitori portano i propri figli a vedere gli aerei che partono. Proprio una di quelle domeniche, su quella stessa...

read more >>>
Submitted by: Nicole Jallin in category: review on: 27/08/2012 - 09:56 from Italy
This article is written in Italian

C’è chi definisce la malinconia come infelicità. Chi, come Freud, la identifica come “inibizione che culmina nell’attesa di una punizione”; chi, come Hugo, la ritiene semplice “gioia di sentirsi tristi”. E poi c’è chi, come Lars Von Trier (LVT) non usa parole (censure, direbbe Metz) e neppure definizioni. Preferisce l’immediatezza e l’asprezza delle immagini. Perché Melancholia non si può...

read more >>>
Submitted by: Chiara Bencivenga in category: review on: 23/08/2012 - 14:06 from Italy
This article is written in Italian

Un cast d’eccezione per un’energica e spiazzante trasposizione cinematografica dell’opera teatrale di Yasmina Reza, Le dieu du carnage. Kate Winslet, Jodie Foster, Christophe Waltz e John C. Reilly: un totale di 11 nomination e 4 premi Oscar nelle carriere dei quattro, unici interpreti di Carnage, l’ultima commedia del regista Roman Polanski.

Carneficina, massacro. Ma nessuna violenza...

read more >>>
Submitted by: Valentina Orsini in category: review on: 22/08/2012 - 17:07 from Italy
This article is written in Italian

Per la città di Gotham Batman è oramai il fuorilegge che ha tolto la vita ad Harvey Dent. Sono passati 8 anni da allora, e nel cielo l’icona dell’uomo pipistrello è completamente sparita. Di Bruce Wayne più nulla, se non l’immagine di un uomo rinchiuso in casa come un eremita, che passa da una stanza all’altra servendosi di un bastone. Il destino, però, riserva a Batman qualcosa di ben diverso. Sarà infatti l’arrivo di una bella e...

read more >>>
Submitted by: Eleonora Lai in category: in deep on: 20/08/2012 - 15:55 from Italy
This article is written in Italian

Fine anni '60 e seconda metà dei '90, poli coscienti della trasformazione che ne è stata degli anni precedenti ed entrambi attivi nella ricerca di un modo per metabolizzarla. Sebbene distanti e ben diversi, sono anni che portano la società ad affrontare i rapidi processi di (post-) modernizzazione: nei '60 si viene a creare quel "ceto medio" che tanto sarà caro al boom economico e che nei '90, grazie al consumismo sempre più sfrenato, si...

read more >>>