Selected Articles

The articles shown in this section are 83
Submitted by: Perozziello Francesca in category: cult on: 28/06/2012 - 10:55 from Italy
This article is written in English

Just like a fantastic movie, Streets of Fire begins giving us temporal and spatial coordinates: well, undefined coordinates. In fact, Another time, another place, sounds familiar to a good cinema-lover. It seems to recall us the famous A long time ago, in a galaxy far far away… but please, don’t let you deceive by an opening title!

Unknown by a big audience part, a clamorous failure on...

read more >>>
Submitted by: Matteo Partescano in category: review on: 22/06/2012 - 18:47 from Italy
This article is written in Italian

Poetico, intenso, emozionante, generazionale, purificatore. This Must Be The Place di Sorrentino è tutto questo, e anche molto di più. E’ un viaggio on the road di crescita e di evoluzione. Il film racconta una sorta di passaggio. Un passaggio che può essere quello all’età adulta o implicare più semplicemente un nuovo inizio, un nuovo principio, una nuova vita, che porta via con sé tutti i fantasmi, le paure e gli orrori del passato,...

read more >>>
Submitted by: Serena Picone in category: review on: 15/06/2012 - 12:56 from Italy
This article is written in Italian

Hong Kong. Una donna muore per una strana epidemia che sembra trasmettersi per solo contatto: ha inizio l'incubo di un virus di cui non si conosce nè l'inizio nè la fine. Beth Emohff (Gwyneth Paltrow) è una moglie in viaggio a Tokio dove, per lavoro, partecipa alla cerimonia di inaugurazione di un casinò. E' tra le luci e i colori dell'azzardo che la donna accusa i primi sintomi del virus contratto, diventando "paziente 0" e prima...

read more >>>
Submitted by: Dalila Missero in category: in deep on: 12/06/2012 - 20:46 from Italy
This article is written in Italian

Wim Wenders è il cineasta dello sguardo in itinere. Nel suo cinema si manifesta una precisa etica dell’immagine, che inevitabilmente si fonde in un’estetica della mobilità. Inquadrare è il frutto di un preciso atteggiamento verso la realtà che rispecchia una visione del mondo. Un mondo fenomenologicamente presente quanto continuamente sfuggente alla percezione.

Tuttavia, nei film di Wenders lo sguardo non è sempre...

read more >>>
Submitted by: Christoffer Bagger in category: review on: 07/06/2012 - 14:54 from City: Copenhagen Country: Denmark
This article is written in English

It came, it saw, and it smashed the box office. The team-up of the Marvel-owned superheroes that have not yet been derailed by other film companies certainly left an impact on this summer. And they stand tall, these modern heroes, or rather gods. For in a subtle, yet unambigious way, The Avengers leans heavily on the myth of Ragnarok, the Twilight of the Gods. Although I must admit I might not have realized this if it weren't for...

read more >>>
Submitted by: Cristiano Bolla in category: cult on: 06/06/2012 - 23:38 from Italy
This article is written in Italian

Film passato forse un po' troppo sotto traccia, la quarta pellicola del regista messicano apre mille e più riflessioni. Regista impostosi con prepotente ma stupenda classe, Alejandro Gonzàlez Iñárritu in pochi anni è diventato un punto fermo per quanto riguarda il cinema a basso contenuto spettacolare ma altissimo livello morale ed emozionale: la sua “Trilogia della Morte”, tra cui figura il più celebre 21 Grams (con gli ottimi Sean Penn...

read more >>>
Submitted by: Cristina Coccia in category: in deep on: 27/05/2012 - 18:19 from Italy
This article is written in Italian

Lo stato di sonno profondo, prājña, crea o dissolve. Colui che conosce questo penetra questo universo facendolo suo. (Maṇḍukya Upaniṣad I, 11)

Guardando per la prima volta un’opera come Waking Life, considerata uno dei capolavori del cinema del terzo millennio, si ha l’impressione di una voluta eterogeneità di stili, contenuti e prospettive differenti, ma il percorso è netto, lineare, anche se...

read more >>>
Submitted by: Bori Nagy in category: review on: 15/05/2012 - 13:43 from City: Budapest Country: Hungary
This article is written in German

Das Turiner Pferd – lautet der Titel des letzten Stückes eines hervorragenden Werks. Béla Tarr, der ungarische Regisseur, der Gründer der sog. "Schwarzen Serie" der Neunziger, kündigte 2009 an, seinen letzten Film als Regisseur drehen zu wollen. Die Weltpremiere dieses Films erfolgte im Wettbewerbsprogramm der Internationalen Filmfestspiele...

read more >>>
Submitted by: Lisa Costa in category: cult on: 06/05/2012 - 00:04 from Italy
This article is written in Italian

Film scandalo, criticato, censurato, condannato per offesa al comune senso del pudore. In realtà capolavoro e riflessione sul senso della vita, della decadenza morale e fisica, della passione e della morte. Marlon Brando, e il suo corpo affascinante ma segnato inesorabilmente dal tempo, incarna alla perfezione tutto questo. L'attore è Paul, 45enne colpito dal suicidio della moglie che trova rifugio in un attico vuoto e disabitato, preso in affitto dalla...

read more >>>
Submitted by: Lisa Costa in category: review on: 05/05/2012 - 23:54 from Italy
This article is written in Italian

Ci voleva un regista come Pedro Almodóvar per un film come La pelle che abito. E non perché trama e sceneggiatura siano nelle sue corde, ma proprio perché queste si distanziano anni luce dalla sua filmografia. Presentato al Festival di Cannes (2011), ha incantato pubblico e addetti ai lavori proprio per la diversità rispetto alle commedie a cui il regista spagnolo ci aveva abituato.

Torna nel ruolo di protagonista il...

read more >>>