Articles séléctionnés

The articles shown in this section are 83
Submitted by: Margarida Costa in category: cult on: 01/10/2012 - 01:00 from Portugal
This article is written in Anglais

The reason Citizen Kane got itself an important position in the history of cinema is mainly due to its exquisite camera work and lightning to tell the story of an important man in the world of journalism. Orson Welles uses them to opress the viewer because that is how the character feels.

The film starts by slowly taking us into Xanadu, with its sequential dissolving shots which are accompanied by a slight increase of...

read more >>>
Submitted by: Federica Maragno in category: in deep on: 30/09/2012 - 22:22 from Italy
This article is written in Italien

Secondo l'etimologia greca, Prometeo (da pro e medomai) è colui che pensa prima. Sulla scorta di tale considerazione, si cercherà di leggere il film come un monito. Naturalmente l'intento di questo saggio non è di trarre aruspici da viscere aliene, bensì di riflettere per tempo su argomenti impliciti, che il film lascia intravedere in filigrana. Così su due piedi, il fatto che Prometheus sia uscito nelle sale durante la corsa...

read more >>>
Submitted by: Hasznosi Attila in category: cult on: 30/09/2012 - 20:39 from Ville: Jászfényszaru Pays: Hungary
This article is written in Anglais

"Is there anything going to happen or something?" One of my friends think out loud this way short after while we were started watching The Breakfast Club on a delightful holiday. I guess she wasn’t expected of what she got by the end. Neither was I for the first time and after the closing scene, a lots of motion pictures behind my back, I could only think about how can I missed this one so far?!

John...

read more >>>
Submitted by: Alejandra Meneses Reyes in category: in deep on: 30/09/2012 - 17:39 from Colombia
This article is written in Anglais

Introduction

In his essay The Uncanny from 1919, Sigmund Freud states the circumstances in which a person can get a feeling of uncanniness. The term uncanny comes from a German term: unheimlich (uneasy, eerie, hidden, dangerous, a ghostly experience), which is at the same time related to the term heimlich (familiar, friendly, intimate). According to Freud, “uncanny...

read more >>>
Submitted by: Giuseppe Fidotta in category: in deep on: 29/09/2012 - 19:43 from Italy
This article is written in Italien

Il 27 gennaio 1961 una pletora di alti papaveri conviene al Teatro dell'Opera di Roma per la prima proiezione pubblica di Viva l'Italia!, il film sulla spedizione dei Mille che apre le celebrazioni ufficiali del centenario dell'Unità. Per un governo come quello di Fanfani, che dell'unità delle forze politiche ha fatto la propria missione, l'anniversario è un'ottima occasione per restituire un'immagine del Paese stabile,...

read more >>>
Submitted by: Ludovico Zanette in category: critique on: 29/09/2012 - 14:27 from Italy
This article is written in Italien

“L’ho già fatto. Come ogni altra cosa.” Pronunciata da un personaggio estremamente secondario, è forse una delle battute più emblematiche dell’ultimo film di Paolo Sorrentino, di certo la più adatta ad esprimere quel senso di impotenza e paralisi che si prova dopo la visione di quello che è uno dei film più affascinanti del 2011: This Must Be The Place, omaggio all’omonima canzone dei Talking Heads il cui fondatore David...

read more >>>
Submitted by: Clarissa Mambrini in category: cult on: 29/09/2012 - 00:23 from Italy
This article is written in Italien

Primo titolo della pentalogia piccolo-borghese di Mario Camerini (1), Gli uomini, che mascalzoni… (1932), pur iscrivendosi nell’ampio filone delle commedie dei “telefoni bianchi”, possiede alcune caratteristiche che lo pongono su un gradino più alto rispetto agli altri film del genere. Questa pellicola, infatti, la cui canzone portante...

read more >>>
Submitted by: Alessia Carmicino in category: critique on: 28/09/2012 - 17:07 from Italy
This article is written in Italien

Cime Tempestose di Emily Brontë è una creatura letteraria inquieta e sfuggente, mostro vibrante di violenza e vendetta che forse sarebbe meglio non disturbare tanto spesso. Nonostante le numerose trasposizioni cinematografiche e televisive, i fantasmi di Catherine e Heathcliff non riescono tuttavia a trovare riposo, rievocati al momento opportuno perché la loro storia di dolore sembra sempre un dono troppo prezioso per essere lasciato alla sola pagina...

read more >>>
Submitted by: Daniele Badella in category: critique on: 27/09/2012 - 13:29 from Italy
This article is written in Italien

C’è uno scambio di battute rivelatorio all’inizio di Cosmopolis. Il giovane miliardario Eric Packer vuole attraversare New York per recarsi dal suo vecchio barbiere. “Il presidente è in città”, lo avverte la guardia del corpo. “Tanto per saperlo: di quale presidente stiamo parlando?”, risponde Eric serio e sprezzante. Viene in mente il cinismo disincantato di Snake Plissken (“Presidente di che?”) in ...

read more >>>
Submitted by: Jean-Baptiste De Vaulx in category: in deep on: 26/09/2012 - 13:12 from United Kingdom
This article is written in Anglais

Introduction

In the late 1980s, the so-called 'second generation' of the 'Iranian New Wave' (also sometimes called 'New Iranian Cinema') gained international attention with films such as Bashu, the Little Stranger (Bahram Beyza'i, 1986) and Where is the Friend's House? (Abbas Kiarostami, 1987) putting Iranian cinema back on the map for the first time since the...

read more >>>